Sperimentazione tariffaria (D1)

Clienti domestici in bassa tensione con unico sistema di riscaldamento la pompa di calore elettrica

 

Per tutti i clienti domestici che per il riscaldamento individuale dell’abitazione di residenza utilizzano unicamente pompe di calore elettriche, dal 1 luglio 2014 l’Autorità per l’energia consente di sperimentare una nuova tariffa (chiamata D1), relativa ai servizi di rete e agli oneri generali di sistema. Tale direttiva si inserisce nel più generale processo di revisione delle tariffe elettriche per i clienti domestici. Nel caso in questione di tratta di rimuovere gli ostacoli alla diffusione di nuove tecnologie, non favorirete dagli attuali meccanismi tariffari per effetto della progressività delle stesse che penalizzano gli elevati consumi di energia elettrica.


La nuova tariffa (in c€/kWh) potrà essere applicata alle forniture di energia elettrica sia con contratti di mercato libero sia di maggior tutela e sarà costante, a prescindere dai consumi.
Ulteriori informazioni inerenti i requisiti e le modalità di adesione, la possibile convenienza economica in diverse situazioni e le imprese di vendita di energia elettrica che offrono questa opportunità sono disponibili sul sito
www.autorita.energia.it/it/pompedicalore.htm.

Per maggiori dettagli invitiamo alla consultazione della Deliberazione 8 maggio 2014 205/2014/R/EEL, Sperimentazione tariffaria su scala nazionale rivolta ai clienti domestici in bassa tensione che utilizzano pompe di calore elettriche come unico sistema di riscaldamento delle proprie abitazioni di residenza, con particolare attenzione agli artt. 4-8.

Link Del.205-14

 

Da questa sezione è possibile scaricare i moduli necessari per l’ammissione:

Ricordiamo infine:

Per l’adesione volontaria dei clienti esiste la possibilità di presentare richiesta scritta al venditore (che provvederà a trasmetterla al distributore), secondo modulo standard con relativa documentazione di supporto; in esito alle opportune verifiche da parte del distributore (correttezza e completezza della richiesta e della relativa documentazione) il venditore comunicherà al cliente finale la data a decorrere della quale sarà applicata la tariffa D1 (prima data possibile: 1 luglio 2014).

Per la valutazione delle  condizioni di ammissibilità dei clienti alla sperimentazione l’assenza, nell’abitazione del cliente, di altri mezzi di riscaldamento alternativi a pompe di calore installate dal 2008 in poi (è possibile la presenza di sistemi integrativi, come stufe a pellet, caminetti, purché alimentati da fonti rinnovabili). Il rispetto di queste condizioni dovrà essere attestato tramite una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sottoscritta dal cliente allegando la documentazione informativa già prevista dalla normativa nazionale inerenti le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica mentre, laddove questa documentazione non sia disponibile, sarà necessaria una dichiarazione rilasciata da un tecnico qualificato.